Archivio mensile giugno 2018

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Come trovare la casa giusta per te? Scegli quella che ti somiglia di più!

Segui i consigli di ARTECASA per capire quello che desideri davvero dalla tua prossima casa e come riconoscerla in mezzo all’offerta immobiliare.

Bilocale, monolocale, villetta a schiera, casolare di campagna che sia, ogni casa rappresenta quella fetta di mondo nella quale ciascuno di noi si sente a suo agio, completamente libero di esprimere se stesso e le proprie abitudini. Come uno specchio, riflette le abitudini dei suoi abitanti e si trasforma e modella in base alle loro esigenze.

La casa ci somiglia e allo stesso tempo anche noi finiamo per assomigliare alla nostra casa. E’ una parte di noi. Per questo motivo trasferirsi non è mai un passo semplice, dato che consiste nel lasciare un pò del nostro passato per iniziare una nuova fase di vita in un altro immobile.

Stai cercando ormai da tempo la casa perfetta per il tuo futuro ma ancora non hai trovato la soluzione adatta? Niente paura. Probabilmente non hai impostato la tua ricerca nel modo giusto o non ti sei ancora affidato ad un professionista in grado di comprendere le tue necessità. Solo un agente immobiliare competente può orientare la ricerca e aiutarti a chiarire le tue idee, sostenendoti nel valutare le possibilità giuste per te.

Se stai cercando la tua nuova abitazione a Pisa e provincia, l’Agenzia Immobiliare ARTECASA è la soluzione giusta per avere la garanzia di un’assistenza a 360° e la totale trasparenza per la tua compravendita.

Mi sembrava davvero che quella casa ci stesse aspettando.
Perché anche le case aspettano i loro inquilini, sopravvivono anni lontano da noi e poi aprono le loro braccia di porte e di persiane.

Margaret Mazzantini

Anche la tua casa sicuramente ti sta già aspettando, mentre forse stai ancora perdendo tempo cercandola tra gli annunci immobiliari, valutando prezzi, pro e contro degli immobili che attirano di più la tua attenzione… ma senza seguire un vero criterio. Non che ci sia qualcosa di sbagliato nel consultare le offerte immobiliari, ma questo vale giusto per l’inizio della ricerca, per farsi un’idea. Adesso puoi ottenere risultati più veloci ed interessanti. Passa all’azione! Ecco come puoi fare.

Restringi il campo di ricerca.

Per trovare la casa giusta per te tra centinaia di proposte è indispensabile restringere il campo di ricerca, altrimenti rischi di confonderti le idee. Non ha senso che tu perda tempo a prendere in considerazione un immobile che non si trova nella zona che desideri o che rispecchia solo una parte delle caratteristiche che tu ritieni fondamentali per la tua prossima abitazione.

Quindi, prima di iniziare la ricerca, fissa dei punti fermi e chiarisci:

  • DOVE deve trovarsi la casa e quanto è importante per te la vicinanza a determinati sevizi, come ad esempio scuole o supermercati;
  • QUANTE STANZE pensi che possano servirti (e indicativamente quanti mq totali) affinché tu e gli altri eventuali membri della tua famiglia godiate della giusta privacy; la superficie di un appartamento deve essere calibrata sul numero di persone destinate ad occuparlo, ma abbiamo anche detto che la casa deve somigliare ai suoi abitanti e alle loro relative abitudini, quindi anche un single può aver bisogno di un ampio soggiorno o di una taverna in cui organizzare cene con gli amici se ama stare in compagnia!
  • COME VUOI CHE SIA DISTRIBUITO LO SPAZIO, se preferisci un appartamento su un solo livello o una soluzione abitativa distribuita su più piani;
  • SE STAI CERCANDO UNA NUOVA COSTRUZIONE o sei disposto a risparmiare qualcosa acquistando un immobile usato per poi magari farepiccoli o grandi interventi di ristrutturazione;
  • QUANTO DENARO HAI A DISPOSIZIONE per il tuo acquisto, calcolando nel budget le spese per lavori, arredamento, spese fisse, agevolazioni previste se stai effettuando un acquisto prima casa ecc.

Una volta chiarite le idee, ricorda una regola semplice, ma fondamentale:

Non accontentarti!

Quando ti trovi a valutare varie soluzioni, non fermarti alla prima pensando che quello che cerchi davvero forse non esiste. La casa è un bene di consumo a lunghissima durata, un investimento da fare solo quando sei pienamente convinto, per evitare un pentimento futuro. La casa deve piacerti davvero, colpirti a livello estetico. Il gusto personale è un criterio imprescindibile. Mai sottovalutarne l’importanza nella scelta della tua prossima abitazione rispetto ad altri criteri più misurabili, come ad esempio il costo o la comodità logistica.

Le possibilità abitative sono moltissime, specialmente sul nostro territorio, che offre immobili per tutti i gusti in zone più riservate e immerse nel verde della campagna pisana, ma anche abitazioni in pieno centro per chi preferisce uno stile di vita più cittadino.

L’Agenzia Immobiliare ARTECASA, grazie alla sua conoscenza del territorio, ti prenderà per mano e ti fornirà tutte le indicazioni di cui hai bisogno per trovare la casa giusta che sta aspettando proprio te.

Vieni a trovarci o contattaci per maggiori informazioni!

A presto con un nuovo post!

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Il promemoria dell’acquirente: cosa fare dopo l’acquisto di un immobile.

Hai appena comprato casa? Adesso che sei diventato proprietario di un immobile, c’è una serie di ampimenti dei quali devi occuparti. L’Agenzia ARTECASA Immobiliare ti propone un pratico promemoria per non trascurare nessun aspetto della fase successiva alla compravendita.

Il cambio di residenza.

Per effettuare il cambio di residenza dopo l’acquisto di un immobile è necessario recarsi all’Ufficio Anagrafe del Comune portando con sé un documento di identità valido e il codice fiscale.

Comunicare il trasferimento di residenza entro 18 mesi dalla stipula dell’atto è importante perché, se sussistono le condizioni adatte, rende possibile beneficiare delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa.

Il cambio di residenza effettuato entro 12 mesi consente invece di non perdere i benefici legati al mutuo nel caso di acquisto per abitazione principale.

Inoltre chi detiene partita iva deve comunicare il cambio di residenza all’Agenzia delle Entrate e alla CCIAA con l’apposito modello entro i 30 giorni che seguono la comunicazione fatta al Comune.

Quando si cambia casa è necessario inoltre dichiarare il trasferimento al datore di lavoro, in modo che siano adempiute correttamente tutte le pratiche relative a contributi, Inps, Inail ecc.

Una volta presentata la dichiarazione di cambio residenza, l’anagrafe entro 2 giorni registra l’istanza del cittadino ed attiva i controlli da effettuarsi entro 45 giorni dalla data di registrazione. I Vigili Urbani provvederanno quindi a verificare la sussistenza dei requisiti e l’effettivo trasferimento del cittadino e della famiglia presso la nuova abitazione.

Se entro i 45 giorni non ci sarà stata contestazione o conferma da parte dell’amministrazione, in base a quanto stabilito dall’istituto del silenzio-assenso, il cambio di residenza si considera effettuato.

cosa fare dopo l'acquisto di un immobile

I documenti.

I tuoi documenti devono essere aggiornati con i nuovi dati. Per quanto riguarda la patente e il libretto di circolazione, è possibile compilare un apposito mdulo presso gli uffici del Comune per ricevere per posta dei tagliandi adesivi che contengono le nuove informazioni. Basterà applicare queste etichette ai documenti per aggiornarli.

La carta di identità invece resta valida e invariata fino alla sua scedenza e non deve essere modificata.

Voltura e attivazione delle utenze.

Se hai acquistato una casa di nuova costruzione sarà sufficiente la matricola del contatore per attivare le utenze.

Altrimenti, per subentrare in un’utenza già esistente, procurati il codice cliente e matricola del contatore, l’ultima lettura, i dati del precedente intestatario e contatta i vari gestori chiamando i seguenti numeri:

  • Elettricità e gas: ENEL 800 900 860, dalle 7 alle 22 dal lunedì alla domenica.
  • Acqua: Acque S.p.A. 800 982 982.
  • Telefono: Telecom 187.
  • Televisione: il canone RAI sarà addebitato automaticamente in fattura dal vostro fornitore di energia elettrica, una volta che gli avrete fornito i vostri dati.

Pagamento delle imposte.

  • L’Imposta Municipale Unica (IMU) e la Tassa sui Servizi Indivisibili (TASI): La tassa sulla prima casa non di lusso è stata abolita nel 2016, mentre l’imposta è dovuta nel caso in cui l’immobile sia qualificato come casa di lusso o sia seconda casa. Si tratta di un pagamento dilazionato in due scadenze annuali (fissate una a giugno e l’altra a dicembre) in base al valore catastale della casa. L’acquirente, dopo l’acquisto di un immobile, non deve effettuare alcuna comunicazione.
  • Tassa sui rifiuti: E’ una tassa comunale; oltre al possesso dell’immobile devono essere comunicati all’Ufficio Tributi del Comune: il numero di abitanti, i mq calpestabili al netto di mura interne e esterne, esclusi i terrazzi, ma comprese cantine e autorimesse. Sulla base di queste informazioni viene calcolata la quota da pagare.
  • IRPEF: L’IRPEF dovuta sul reddito da immobili è calcolata nella Dichiarazione dei Redditi (Modello 730 o Modello UNICO), da presentare l’anno successivo a quello di acquisto, in proporzione agli effettivi giorni di possesso della casa. Per alcuni immobili è possibile usufruire di un regime fiscale particolare, la cedolare secca, che si applica a tutti i fabbricati a destinazione abitativa e relative pertinenze.

Il cambio di residenza deve essere comunicato anche…

Dopo l’acquisto di un immobile è d’obbligo informare del cambio di residenza anche la propria banca, la propria compagnia di assicurazione e la posta, tramite raccomandata o comunicazione diretta. Così tutte le operazioni riporteranno l’indirizzo aggiornato.

Per evitare disguidi, Poste Italiane ha messo a disposizione un servizio molto utile che permette di inoltrare tutta la posta dal vecchio al nuovo indirizzo. Il servizio si chiama Seguimi ed è attivabile presso un ufficio postale abilitato oppure online.

Inoltre il cambio di residenza deve essere comunicato anche alla Asl, pur mantenendo lo stesso medico curante.

Le detrazioni post acquisto.

Le agevolazioni per l’acquisto della Prima Casa non sono le uniche previste. Ecco cosa puoi detrarre:

  • Il 19% della provvigione pagata all’Agenzia Immobiliare per il suo lavoro di intermediazione (solo se riferita all’acquisto di abitazione principale) fino a un importo di 1000 euro;
  • il 50% delle spese sostenute in caso di ristrutturazione dell’immobile. La percentuale varia a seconda del tipo di intervento eseguito. Dal 1 gennaio 2012 la detrazione sulla ristrutturazione spettante al venditore, si trasferisce direttamente all’acquirente a meno che non sia stato stipulato un accordo diverso in sede di compravendita.
  • Il 50% del costo di costruzione di un’eventuale autorimessa pertinenziale all’abitazione acquistata da costruttore.
  • Se è maturato il diritto relativo al Credito di Imposta previsto per la vendita di un’abitazione acquistata coi benefici Prima casa, si può inserire nella dichiarazione dei redditi per l’anno successivo.

L’Agenzia ARTECASA Immobiliare è a tua disposizione per qualsiasi altro chiarimento su cosa devi fare dopo l’acquisto di un immobile.