Archivio dei tag comprare casa

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Aumentano le vendite, ma il mercato immobiliare non è ancora al top.

Il nuovo Rapporto Dati Statistici Notarili parla di un mercato immobiliare in crescita, ma ci sono le condizioni per fare molto meglio.

Secondo i dati del nuovo Rapporto Dati Statistici Notarili, che fotografa le compravendite di beni immobili nella prima metà dell’anno, il mercato italiano continua a crescere.

Nel primo semestre 2019 segna infatti un trend positivo del +5,91%, dopo il progresso del 10,72% nello stesso periodo del 2018, rispetto al 2017.

Dunque il mercato immobiliare si è lasciato la crisi alle spalle in modo definitivo, tuttavia lo slancio e il fermento (che muovono, per esempio, Milano) non sono gli stessi su tutto il territorio nazionale.

Più è alto il grado di urbanizzazione dei Comuni, più sembra dinamico il loro, piccolo o grande, mercato, e la domanda immobiliare negli ultimi anni è stata più elevata specialmente nei grandi centri del Nord-Est e del Centro Italia: la ripresa dei rogiti da qui si è allargata alle zone periferiche.

Prime case o investimenti?

Le agevolazioni per l’acquisto della prima casa sono state chieste nel 60% dei casi e questo conferma il fatto che nel nostro Paese ben oltre la metà degli immobili viene acquistata per essere destinata ad abitazione principale.

Ciò significa che chi compra un immobile da mettere a reddito è ancora la minoranza, sebbene ci sia la situazione ideale per favorire gli investitori.

Infatti l’offerta immobiliare è varia, si registra una tendenza espansiva dei canoni di locazione e i prezzi delle case ancora non hanno ripreso quota, cosa che consente di comprare a prezzi convenienti.

Non solo: i tassi di interesse ai minimi storici (attualmente al di sotto del 2% anche per il tasso fisso!) rendono vantaggioso l’acquisto per chi compra una nuova casa, ma anche per chi vuole investire nel mattone senza impiegare capitale proprio.

Considerando il quadro generale, c’è da dire che il mercato immobiliare si sta riprendendo, ma che le condizioni di eccezionale favore dei tassi di interesse e dei prezzi dovrebbero alimentare di più la crescita del numero di compravendite!

La verità è che c’è molto più credito di quanto ci sia domanda da parte delle famiglie: se da un lato le banche sono pronte a elargire mutui, di diverso avviso sono gli acquirenti, che temono di chiedere un prestito per comprare casa.

Quest’anno in Italia in totale realizzeremo poco più di 600.000 compravendite, cifra che negli anni pre-crisi sarebbe stata di gran lunga superata se si fossero verificate allora le medesime condizioni vantaggiose sui mutui.

Perché? C’è una certa incertezza nella voglia di casa degli italiani, che si ritrovano spesso a rimandare le scelte d’acquisto perché rispetto al passato sono più preoccupati all’idea di indebitarsi, il mondo del lavoro offre meno stabilità e di conseguenza il mercato del mattone rallenta sebbene, come abbiamo già detto in un altro articolo, le banche abbiano pensato ad alcune soluzioni per venire incontro agli aspiranti mutuatari.

Soprattutto in favore dei più giovani sono stati introdotti prodotti come i mutui flessibili, i mutui al 100% e mutui che possono durare anche più di 30 anni.

Inoltre sono state ufficializzate e via via rifinanziate alcune misure statali particolarmente vantaggiose, come il Fondo di garanzia per l’acquisto prima casa.

Stai pensando di comprare casa?

Che si tratti della tua abitazione o di un immobile da mettere a reddito, approfitta dei prezzi (per ora) ancora convenienti e dei tassi sui mutui ai minimi storici.

Comincia subito a cercare l’occasione che fa al caso tuo e ricorda che affidarsi a un professionista del settore è la scelta giusta per realizzare il tuo progetto in modo sicuro.

Contattaci! L’Agenzia Immobiliare ARTECASA sarà con te in ogni fase del tuo acquisto, dalla ricerca dell’immobile adatto fino al rogito.

Ti aspettiamo!

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Tutti pazzi per la surroga: raddoppiano le richieste rispetto a un anno fa.

I recenti tagli sui tassi operati dalla Banca Centrale Europea hanno reso ancora più convenienti le condizioni per chi stipula un nuovo mutuo e hanno invogliato chi ha già un finanziamento in essere a procedere con la surroga.

Tra settembre e ottobre le richieste sono raddoppiate.

A settembre e ottobre si è verificata una vera e propria ondata di surroghe.

Il numero dei mutuatari che hanno deciso di passare ad un nuovo istituto di credito per beneficiare di condizioni più vantaggiose sul mutuo rispetto a quelle stabilite con la propria banca è praticamente raddoppiato rispetto a un anno fa.

L’accelerazione si deduce dall’Osservatorio Crif che, rilevando le richieste sia dei mutui via web che di quelli allo sportello, ha un campione vicino all’80% del mercato generale: per la prima volta dopo nove mesi di contrazione, a settembre la domanda di mutui è tornata in territorio positivo, evidentemente proprio grazie al boom delle surroghe.

C’era da aspettarselo: i tassi bassi come mai prima d’ora in seguito alle ultime disposizioni del presidente uscente della BCE Mario Draghi hanno creato la situazione ideale per l’esodo da una banca all’altra, anche perché non si sa quanto potranno durare le attuali disposizioni con l’arrivo di Christine Lagarde a capo del direttivo.

Ad agosto sono stati registrati i nuovi minimi storici e gli italiani ne hanno subito approfittato per adeguare i propri mutui alle nuove condizioni di mercato.

Numeri alla mano, i tassi proposti dalle banche per un mutuo non superiore al 50% del valore della casa sono precipitati intorno all’1% per il fisso e intorno allo 0,6% per il variabile.

Dunque cambiare il proprio mutuo ottenendo rate più leggere, magari accorciandone la durata, non è mai stato così conveniente e a portata di mano, anche perché la surroga è un’operazione semplice e gratuita

Infatti dal 2007 chi sceglie di cambiare banca:

  • non deve sostenere costi notarili perché non viene modificato l’importo del mutuo e, quindi, i valori su cui si regge l’ipoteca non vanno modificati
  • non deve farsi carico di eventuali altri oneri, che graveranno sulla nuova banca.

Surroga 2019: cosa scelgono i mutuatari?

Il tasso fisso è in assoluto l’opzione preferita e in molti casi chi surroga lo fa passando da un tasso fisso ad un altro tasso fisso, ma c’è anche chi sta approfittando del momento favorevole per trasformare il suo vecchio variabile in un fisso di poco più caro, circa 20 o 30 punti base.

Ad optare per la surroga sono soprattutto:

  • coloro che hanno sottoscritto un mutuo negli anni passati in cui i tassi erano a livelli ben più alti di quelli attuali
  • coloro che hanno già effettuato una precedente surroga e vogliono migliorare ancora le condizioni, operazione possibile dal momento che non esiste un limite di surroghe che può essere richiesto per lo stesso mutuo.

Ma attenzione: le banche non vedono di buon occhio i clienti che sono già ricorsi altre volte a questo strumento, pertanto potrebbero rifiutare la richiesta del mutuatario.

Inoltre prima di procedere con la surroga, è opportuno verificare che sia davvero vantaggiosa nel tuo caso specifico. Infatti la surroga non conviene, ad esempio, se si è vicini alla conclusione del mutuo: in tal caso la maggioranza degli interessi è stata già pagata e risulterebbe poco conveniente ripartire con il pagamento di una quota di interessi importante, tipico dei piani di ammortamento alla francese.

Resta sempre aggiornato su tutte le novità del mondo immobiliare seguendo il nostro blog e la pagina Facebook dell’Agenzia Immobiliare ARTECASA e se hai bisogno di maggiori informazioni contattaci!

L’Agenzia Immobiliare ARTECASA è in grado di guidarti in ogni fase della tua operazione immobiliare consigliarti anche sulla forma di mutuo più adatta a te.

A presto!

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Sei davvero soddisfatto di casa tua?

“Sei soddisfatto della casa in cui vivi?”

A questa domanda molti italiani hanno risposto di no…

Sono stati recentemente presentati i risultati CasaDoxa 2019, dai quali emerge che per il 90% degli intervistati la casa è in cima alla lista delle priorità, in quanto bene di valore non solo dal punto di vista materiale, ma anche carico di significati più profondi.

L’Osservatorio sugli Italiani e la Casa ha preso in esame le opinioni di 6000 famiglie dislocate su tutto il territorio nazionale e il 48% del totale degli intervistati si è dichiarato poco soddisfatto della casa in cui abita.

Dunque, per quanto la casa resti luogo di affetti e nido sicuro per eccellenza, quasi la metà delle famiglie italiane è insoddisfatta della propria abitazione.

Chi sono i più scontenti?

  • I millennials (52% degli intervistati), ovvero la generazione dei nati fra gli anni ’80 e l’anno 2000, caratterizzati da una maggiore propensione ai media e alla tecnologia;
  • le famiglie con reddito netto mensile inferiore ai 2.000 Euro (53%)
  • chi vive in appartamenti (53%), rispetto a chi abita in villette o case indipendenti (43%).
  • chi abita in affitto (64%), più di chi è proprietario di casa (44%).

Perché?

Il malcontento nasce soprattutto dalle caratteristiche strutturali degli edifici (aspetto esteriore, dimensione dell’immobile, distribuzione degli spazi interni, qualità dei materiali e delle finiture) e dal fatto di dover vivere in case lontane dai propri ideali abitativi.

Altre volte il problema è legato a questioni logistiche: magari non piace la zona della propria abitazione, specialmente in relazione alla distanza da servizi, trasporti e collegamenti.

Inoltre si è più consapevoli che un immobile in elevata classe energetica non solo riduce gli sprechi di energia, ma consente un maggior comfort abitativo, con un isolamento termico e acustico superiore.

Perciò gli italiani sognano una casa più efficiente e tecnologica, che permetta di risparmiare sui consumi rispettando l’ambiente; resta però il fatto che la maggior parte del patrimonio immobiliare del nostro Paese è datato e in bassa classe energetica.

Quindi, tra le ragioni dell’insoddisfazione, occupano un posto di rilievo anche il nuovo modo di intendere la qualità della vita e l’impossibilità di vedere riflessi i propri principi circa la sostenibilità nelle scelte abitative.

La soluzione…

La soluzione più ovvia per chi è scontento della propria abitazione è cambiarla.

Per questo il 25% degli insoddisfatti spera nell’arco dei prossimi 2 anni di trovare una nuova casa che risponda meglio alle proprie esigenze.

Tuttavia cambiare non sembra affatto facile: circa un terzo di chi vuole trasferirsi abbandona il progetto dopo i primi mesi di tentativi, per tornare sui propri passi e rimandare tutto.

Cercare la casa giusta è sicuramente un progetto impegnativo.

Richiede tempo, denaro, pazienza e tanta competenza.

Per questo motivo è facile scoraggiarsi, soprattutto se ci si avvicina al mercato immobiliare senza una guida competente.

Per trovare l’immobile che fa al caso tuo ed avere la tranquillità di acquistare o affittare in modo sicuro, è indispensabile il supporto di un agente immobiliare che si prenda cura del tuo progetto.

Per la tua casa in provincia di Pisa affidati a noi dell’Agenzia Immobiliare ARTECASA: ascoltiamo le tue esigenze, rispondiamo ai tuoi dubbi, comprendiamo ciò di cui hai davvero bisogno e ti proponiamo solo soluzioni mirate, per poi seguire ogni fase della tua operazione.

Sappiamo che se cerchi una nuova casa desideri un miglioramento della qualità della tua vita, vuoi cambiare in meglio; perciò ci teniamo ad essere i tuoi validi alleati per aiutarti a realizzare il progetto che ti sta più a cuore.

Contattaci! Ti aspettiamo…

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Gli annunci immobiliari non vanno in vacanza!

Voglia di cambiare casa? Cerca quella giusta consultando gli annunci immobiliari online, anche mentre sei sotto l’ombrellone!

Dopo un maggio decisamente anomalo che ci ha fatto a lungo sospirare l’arrivo della bella stagione, finalmente ci siamo: l’estate è arrivata e con lei la voglia di vacanze!

I mesi più caldi dell’anno offrono l’occasione per godersi il meritato (e tanto atteso) riposo, giorni utili per ricaricarsi e dedicare del tempo prezioso a noi stessi, ai nostri cari e, perché no, alla nostra casa.

Sono molti coloro che approfittano delle ferie estive per darsi a dei lavori volti a sistemare, arricchire ed abbellire la propria abitazione.

Di certo ogni casa ha almeno un piccolo intervento che aspetta da tempo un po’ di attenzione e i “ritocchi” da fare possono essere i più svariati.

Hai voglia di novità?

Sono tanti i modi per rinnovare il look della casa: puoi tingere le pareti con nuovi colori per dare un tocco di freschezza, oppure dare una diversa organizzazione agli spazi, cambiare l’arredamento, sistemare il giardino, riordinare il garage e liberarti da cose inutili che si sono accumulate nel tempo in ogni ambiente… insomma, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Se però la voglia di novità è davvero troppa e pensi che la tua casa non sia più adatta a te e alle esigenze della tua famiglia, è arrivato il momento di cambiare!

Anche in vista di questo importante progetto, l’estate è il periodo giusto per iniziare a pianificare il grande passo.

Tu sei in vacanza, ma gli annunci immobiliari NO!

Quindi hai molto più tempo libero per:

  • chiarirti le idee su quello che cerchi nella tua nuova abitazione
  • discuterne in famiglia
  • consultare con calma le offerte immobiliari.

La tecnologia negli ultimi anni ha cambiato il nostro modo di vivere, di interagire con gli altri, di lavorare e anche di vendere e comprare casa.

Grazie alla rete hai la possibilità di consultare quando vuoi annunci online sempre aggiornati, impostando la tua ricerca in base al luogo in cui desideri acquistare o prendere in affitto la tua abitazione e alla tipologia di immobile.

Internet è uno strumento comodo e immediato, che però proprio grazie alla sua semplicità è alla portata di tutti e può nascondere non pochi pericoli.

Una nuova casa è un investimento importante, meglio non cadere nelle mani sbagliate.

Perciò consulta solo portali e siti affidabili come quello della nostra Agenzia Immobiliare ARTECASA.

Qui potrai trovare le migliori offerte della zona di Pisa, corredate da descrizioni complete e fotografie professionali; per qualsiasi informazione contattaci, saremo felici di aiutarti!

Se una nuova casa è in cima alla lista delle tue priorità nei prossimi mesi, è il momento giusto per cominciare a cercarla!

Trovi i nostri consigli su come affrontare la ricerca nei nostri articoli:

Clicca qui per vedere le nostre proposte e preparati al cambiamento!

E a proposito di cambiamenti…

Grandi novità in arrivo!

Anche l’Agenzia Immobiliare ARTECASA approfitta dei mesi estivi per realizzare nuovi progetti!

Continua a seguirci sul blog e sulla nostra pagina Facebook per scoprire le sorprese che stiamo organizzando tutti i nostri clienti…

A presto!

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Primi giorni in casa nuova: come ambientarsi velocemente?

I primi giorni in una nuova casa non sono facili: gli ambienti, gli spazi, il contesto e il ritmo quotidiano sono diversi e potresti sentirti un po’ spaesato.

Ecco qualche suggerimento utile per ambientarti velocemente e goderti subito i lati positivi del cambiamento.

Cambiare casa è sempre entusiasmante: una nuova abitazione è un punto di partenza, un inizio pieno di opportunità.

È un po’ come voltare pagina, lasciare vecchie abitudini e punti di riferimento per prepararsi ad affrontare nuove situazioni e a vivere in un ambiente differente.

Però, per quanto il cambiamento possa essere stato desiderato e accettato volentieri, spesso il trasloco è vissuto come una dura prova e una vera e propria fonte di stress fisico, mentale ed emotivo: preparando gli scatoloni tornano a galla ricordi del passato che pungono con un po’ di nostalgia, c’è da fare i conti con l’inevitabile scelta degli oggetti da tenere o da buttare e, soprattutto, i primi giorni nella nuova abitazione potrebbero rivelarsi piuttosto difficili.

Infatti può capitare che inizialmente non ci si senta davvero “a casa”, e si abbia la sensazione di essere completamente spaesati.

In realtà per ambientarsi basta poco, saranno sufficienti pochi accorgimenti.

1.Preparare subito la camera da letto.

Sicuramente il trasloco è stato impegnativo e tu non vedi l’ora di liberarti degli scatoloni pieni delle tue cose per dare ad ogni oggetto una sistemazione adatta.

Il desiderio di vedere la casa in ordine al più presto è comprensibile, ma non avere fretta: prenditi il tempo che ti serve per pensare alla disposizione migliore e procedi per gradi.

Facendo una cosa alla volta ti sembrerà tutto più semplice!

Da dove cominciare? L’ideale è partire dalle camere da letto: per riposare bene è importante percepire un clima familiare, dunque queste stanze sono le prime da allestire.

Prepara il letto con le tue lenzuola preferite, metti le tue cose nell’armadio, sistema il più possibile e cerca di non lasciare almeno in questi ambienti scatoloni da disfare a ricordarti tutto il lavoro che ti attende…

2.Togliere gli scatoloni dai punti di passaggio.

Nei primi giorni in una nuova casa il disordine è normale, ma per non rendere questo passaggio ancora più faticoso fai in modo che il tuo sia un “disordine organizzato”.

Non accatastare gli scatoloni nel corridoio o in punti di passaggio, così potrai muoverti liberamente da una stanza all’altra senza rischiare di inciampare o di doverli spostare in continuazione.

Puoi scegliere una zona della casa da adibire a deposito oppure suddividere subito gli scatoloni stanza per stanza in base a ciò che contengono.

3.In cucina? Lo stretto indispensabile.

Un altro ambiente da sistemare il prima possibile è la cucina, tenendo inizialmente a portata di mano solo lo stretto indispensabile.

I primi giorni di certo non ti metterai a cucinare piatti elaborati, magari ordinerai qualcosa a domicilio o ti accontenterai di un panino veloce, ma per prendere confidenza con la tua nuova casa è essenziale ritagliarsi i giusti momenti anche in questo ambiente.

4.Conosci meglio la zona.

Quando hai scelto la tua casa, sicuramente il tuo agente immobiliare ti avrà parlato della zona e dei suoi servizi.

Adesso tocca a te andare ad esplorare il nuovo contesto, conoscere i vicini e fare una passeggiata a piedi per guardarti un po’ intorno.

Sarà un’occasione per sentirti più a tuo agio nel tuo nuovo ambiente e fare una pausa con lo svuotamento degli scatoloni!

Stai cercando un immobile che ti faccia sentire a casa? L’Agenzia Immobiliare ARTECASA sarà al tuo fianco per proporti le migliori soluzioni in provincia di Pisa e per gestire la tua compravendita affinché tu possa realizzare un acquisto sicuro.

Contattaci subito!

Ti aspettiamo.

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Cosa si aspettano gli italiani dalla loro agenzia immobiliare?

Gli operatori immobiliari cercano continuamente di acquisire nuovi strumenti e competenze per soddisfare le esigenze dei loro clienti.

Ma cosa cercano di preciso gli italiani quando scelgono un’agenzia immobiliare per la vendita o l’acquisto della loro casa?

L’indagine “Il ruolo dell’agente immobiliare” condotta di recente da Nomisma per conto di Fimaa ha rivelato che in Italia sono sempre di più coloro che si affidano ad un’agenzia immobiliare per realizzare la vendita o l’acquisto di un immobile di proprietà.

Infatti risulta che negli ultimi 5 anni il 63% di chi doveva vendere o comprare un immobile si è rivolto ad un’agenzia. I motivi principali per cui i consumatori hanno preferito affidarsi alla guida di un professionista del settore piuttosto che avventurarsi nella compravendita da privati sono legati:

  • nel 48% dei casi alla sicurezza della compravendita
  • per il 35% al desiderio di maggior semplicità nel valutare alternative disponibili sul mercato
  • alla gestione ottimale della fase di negoziazione (32%)
  • per il 29% alla volontà di concretizzare il proprio affare in modo veloce.

Il grado di soddisfazione è elevato e i dati segnalano che finalmente l’agenzia immobiliare viene sempre più interpretata come la soluzione ideale per evitare spiacevoli inconvenienti e trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Ma cosa cercano gli italiani nella loro agenzia immobiliare ideale?

Principalmente la trasparenza, indicata come elemento più importante dal 12% degli italiani, seguita a ruota (11%) dalla capacità di valutazione dell’immobile e dalla professionalità e disponibilità ad effettuare visite agli immobili.

Inoltre per il 10% non si può prescindere da specifiche conoscenze del mercato immobiliare locale, mentre per il 9% ciò che conta di più è una conoscenza approfondita dell’immobile proposto.

Quello che i consumatori cercano quindi è un agente immobiliare che sappia dare valutazioni adatte, verificare la documentazione in modo accurato, dimostrare di possedere le competenze giuste, proporre una strategia di vendita efficace, garantendo così al cliente la semplificazione delle pratiche burocratiche e un’attenta verifica della correttezza di tutte le fasi della trattativa.

Sincerità e professionalità sono le basi per costruire un rapporto di reciproca fiducia e rivolgendoti all’Agenzia Immobiliare ARTECASA sarai certo di trovarle.

Che tu stia cercando casa o che tu voglia vendere un immobile, il nostro staff sarà un valido aiuto per concludere la compravendita nel migliore dei modi e ti permetterà di non incappare in errori in grado di compromettere la vendita o l’acquisto.

Infatti queste operazioni, se condotte da soli senza specifiche conoscenze e senza alcuna esperienza del settore, potrebbero rivelarsi davvero difficili da gestire; ecco che per evitare intoppi indesiderati diventa opportuno affidarsi ad un’agenzia immobiliare seria e preparata come la nostra.

Si tratta di una soluzione che tutela le parti assicurando così una compravendita sicura e priva di spiacevoli inconvenienti.

È nostro compito portare avanti la trattativa da parte dei soggetti coinvolti verificando che tutte le fasi si attengano alle norme vigenti ed offrire un servizio completo sotto ogni aspetto, che consentirà di raggiungere obiettivi che difficilmente si possono ottenere portando avanti una compravendita privata.

Da non sottovalutare è ad esempio il compito svolto da parte dell’agenzia nella promozione dell’immobile e nell’intercettare i possibili compratori che potrebbero essere attirati da un’offerta specifica.

La guida di un esperto del settore rappresenta un elemento essenziale nel favorire l’incontro tra domanda e offerta ed è ciò che può davvero fare la differenza quando si tratta di uno degli investimenti più importanti della vita.

Per una compravendita a regola d’arte, scegli ARTECASA Immobiliare!

Contattaci!

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Case e filosofia giapponese: il fascino conta più dei mq.

Per i giapponesi la casa perfetta è essenziale: un immobile piccolo non permette di circondarsi di oggetti superflui e aiuta a concentrarsi sulle cose importanti della vita.

Quando pensiamo ad una casa da sogno, subito la mente ci propone immagini di ambienti grandi e luminosi, una casa con tante stanze e mille comfort.

Il desiderio più comune di chi acquista casa nel nostro Paese è quello di trovare un immobile che offra ampi spazi, meglio ancora se visivamente dilatati grazie ad una buona luce naturale.

Secondo la filosofia giapponese è valido praticamente l’opposto: gli interni domestici più amati sono quelli compatti e nelle abitazioni si preferisce l’ombra, in grado di dare un particolare fascino alle stanze.

Per i giapponesi avere tanto spazio a disposizione non è affatto sinonimo di comodità, anzi…

In  base al loro modo di concepire la casa, è meglio vivere in modo semplice e basta un piccolo appartamento per essere felici.

Non è importante il numero di mq e abitare in case di piccole dimensioni aiuta ad apprezzare la bellezza delle piccole cose.

I motivi? Sono vari:

  1. In una casa piccola non si possono accumulare molte cose, quindi è più facile liberarsi del superfluo e allo stesso tempo non restare ancorati a vecchi ricordi;
  2. Le abitazioni di piccole dimensioni sono facili e comode da pulire, quindi occorre uno sforzo minore per tenere tutto in ordine e si ha più tempo libero per dedicarsi ad altre attività che non riguardano la cura della casa;
  3. Le case piccole comportano spese minori a livello di consumi e gestione in generale.

Tutto questo contribuisce al riposo fisico e mentale e, sempre secondo la filosofia giapponese, è più facile vivere bene quando si ha tempo per se stessi e per gli altri, per gli aspetti più intellettuali e spirituali della vita.

La vera ricchezza sta nelle piccole case quindi…

Sei d’accordo? Raccontaci la tua esperienza in un commento e facci sapere se una casa di pochi mq può essere davvero la chiave per la felicità o se spazi più ampi offrono maggior benessere e comodità alla famiglia.

Che tu preferisca un piccolo nido o una grande casa, per trovare la tua nuova abitazione rivolgiti a professionisti del settore: l’Agenzia Immobiliare ARTECASA sarà il tuo punto di riferimento per acquistare in modo semplice e sicuro l’immobile perfetto per te.

Contattaci!

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Fondo di garanzia mutuo prima casa: arrivano nuovi finanziamenti.

Il Fondo di garanzia per i mutui prima casa, strumento nato per favorire l’accesso di giovani e famiglie in difficoltà al credito per l’acquisto di un immobile da adibire ad abitazione principale, è stato finalmente rifinanziato dal Governo.

Il Fondo di garanzia per i mutui prima casa, gestito dalla Consap, è un capitale che è stato messo a disposizione dallo Stato per offrire garanzie su finanziamenti ipotecari a quelle categorie solitamente più svantaggiate nella richiesta di mutui.

Ciò vuol dire che lo Stato stesso si fa garante per il 50% della quota capitale del mutuo concesso.

Questo strumento promosso mediante la Legge di Stabilità 2014 per favorire l’accesso al credito da parte delle famiglie per l’acquisto della propria prima casa, ha garantito l’acquisto dell’abitazione principale a molti che avrebbero avuto serie difficoltà a vedersi accordare un finanziamento da un istituto di credito.

Inoltre è possibile richiedere la garanzia dello Stato per la stipula di mutui che riguardano gli interventi di ristrutturazione e miglioramento dell’efficienza energetica della principale abitazione.

Ci siamo già occupati di questo argomento nel nostro articolo “Garanzia mutuo giovani: chi può fare domanda e realizzare il suo sogno”, in cui abbiamo detto che il Fondo di garanzia è rivolto a:

  • giovani coppie in cui almeno uno dei membri non abbia superato i 35 anni di età
  • famiglie monogenitoriali con figli minorenni
  • giovani under 35 con contratto di lavoro atipico
  • conduttori di case popolari.

Negli anni, tra queste categorie, sono stati soprattutto gli under 35 a beneficiare del Fondo di garanzia per i mutui prima casa (concessi fino a 250.000 euro).

Fino a poco tempo fa il Fondo era a rischio chiusura…

Infatti nella Legge di Stabilità 2019 non c’era alcun riferimento ad un nuovo finanziamento del Fondo di garanzia.

Quindi, una volta esaurito il capitale a disposizione, questo importante strumento di sostegno sociale sembrava destinato a non avere un futuro, e con lui anche il sogno di molti giovani che desiderano diventare proprietari di un immobile.

Uno strumento efficace, che ha dato una spinta alla ripresa del mercato del real estate italiano incentivando l’acquisto immobiliare e permettendo di portare a termine 90.170 operazioni di mutuo per un controvalore di circa 10,1 miliardi di euro.

Solo nel mese di dicembre sono state inoltrate oltre 5.100 richieste di accesso al Fondo di garanzia e tutt’oggi si registrano mediamente 250 domande al giorno.

A febbraio le risorse si sono esaurite e i ripetuti appelli al Governo da parte delle associazioni dei consumatori parevano inascoltati finché, finalmente, nei giorni scorsi è arrivato l’annuncio sperato: il Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa è stato rifinanziato con altri 100 milioni di euro che permetteranno a molti l’accesso al credito e l’acquisto della loro abitazione.

Continua a seguire il blog dell’Agenzia Immobiliare ARTECASA e la nostra pagina Facebook per restare sempre aggiornato sulle principali notizie dal mercato immobiliare.

Contattaci per maggiori informazioni!

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Efficientamento e risparmio energetico: così la tua casa vale di più.

Decidere di intervenire su un immobile di proprietà per renderlo efficiente significa ottenere vantaggi in termini economici e di qualità della vita. Nel 2019 ridurre i costi delle bollette e l’impatto della tua casa sull’ambiente è più facile grazie all’Ecobonus.

Fino a qualche tempo fa chi cercava la sua nuova casa non badava molto alla classe energetica e all’aspetto legato ai consumi; oggi invece questo è fondamentale.

Gli italiani ormai sanno benissimo che più è alta la classe energetica, meno energia occorre per riscaldare un metro quadro di abitazione.

Perciò acquistare un immobile in classe A comporterà in futuro spese di gestione decisamente inferiori rispetto alla classe E o F (che può arrivare a consumare anche 5 volte di più!) e gli acquirenti tengono ben presente questo dato nella valutazione della casa.

Inoltre vivere in un immobile che disperde poco calore ed energia consente di godere di un comfort maggiore tra le mura domestiche.

Per queste ragioni più un immobile è efficiente, più vale: eseguire dei lavori per migliorare la resa energetica della tua casa potrà rivelarsi la mossa vincente per:

  • risparmiare sui consumi
  • abitare in un immobile comodo e moderno
  • ricavare sicuramente di più dalla vendita se in futuro deciderai di metterla sul mercato.

Ovviamente per eseguire questo tipo di lavori serve un investimento iniziale, che varia in base all’entità delle opere che intendi fare ma, considerato il fatto che potrai risparmiare a lungo termine sulla bolletta ed usufruire degli incentivi previsti dalla Legge di Bilancio, senza dubbio ne vale la pena.

Lo Stato infatti anche nel 2019 incentiva con l’Ecobonus chi investe per rendere più efficiente un immobile, consentendo detrazioni fiscali che permettono di recuperare buona parte di quanto speso in percentuale variabile a seconda degli interventi attuati. Sono previste soglie massime di spesa detraibile, ma si tratta comunque di contributi molto utili a cui è possibile ricorrere.

L’Ecobonus consente di beneficiare di uno sconto Irpef pari al 50% o al 65% della spesa sostenuta, in relazione alla tipologia di lavoro effettuato; ma la percentuale sale fino al 75% nel caso di lavori in condominio.

Rientrano negli interventi agevolati le spese sostenute per:

  • miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni, pavimenti, sostituzione di finestre e infissi);
  • installazione di pannelli solari;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale;
  • interventi di installazione di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento.

Il denaro investito potrà essere parzialmente recuperato grazie alla detrazione dalle tasse distribuita nell’arco di 10 anni in rate di pari importo. Per scoprire nel dettaglio lo sconto Irpef e il tetto massimo di spesa ammesso a detrazione per ogni tipologia di lavoro consulta la Guida delle Agenzie delle Entrate.

L’Ecobonus è una misura importante più che mai per invogliare i proprietari nel nostro Paese a riqualificare la propria casa dal momento che, secondo i dati riportati da Legambiente, in Italia circa 20 milioni di persone abitano in appartamenti costruiti prima degli anni Novanta con tecniche e materiali che non prestavano alcuna attenzione all’ambiente.

Il risultato è che questi difetti strutturali fanno lievitare la bolletta e danneggiano la nostra salute, immettendo nell’atmosfera tonnellate di gas serra.

Vuoi dare valore alla tua casa e tagliare i costi delle bollette? Approfitta degli incentivi per renderla più efficiente.

Se invece stai cercando la tua nuova casa in provincia di Pisa con un occhio puntato sulla classe energetica, cerca tra le proposte dell’Agenzia Immobiliare ARTECASA!

Lascia un commento o contattaci se hai bisogno di altre informazioni!

Ti aspettiamo.

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Cambio casa sì o no? Ecco perché è così difficile decidersi.

Decidersi a cambiare casa non è facile come sembra.

Perché per molti è così difficile trovare il coraggio per cercare sul serio una nuova abitazione?

Ci sono molte persone che continuano per anni a vivere in un immobile che, evidentemente, ormai non risponde più alle loro esigenze. Alcuni si mascherano dietro la classica scusa: “ora non è il momento, aspetto di mettere da parte qualche risparmio in più, magari più avanti…”.

Ma alla base dell’indecisione non c’è mai esclusivamente una ragione economica.

Nella nostra esperienza in campo immobiliare possiamo dire che di solito i veri motivi per cui alcuni clienti si rivolgono alla nostra Agenzia Immobiliare ARTECASA solo dopo molto tempo passato tra mura domestiche ormai poco adeguate sono altri.

Spesso le sensazioni negative che si provano a vivere in una casa inadeguata non bastano a far scattare la molla della decisione. Ecco per quali motivi è così difficile decidere di cambiare casa.

1.Il distacco.

Per quanto ormai possa essere scomodo abitare nella vecchia casa, dopo tanti anni all’interno di un’abitazione, la sentiamo come una seconda pelle. È lì che abbiamo la maggior parte dei nostri ricordi, belli e brutti, e separarsene non è facile.

2.La pigrizia.

Rimandare è la soluzione più facile quando si sa che ci attende un’operazione impegnativa, che richiederà del tempo e un’attenzione particolare; sicuramente affrontare una compravendita, soprattutto se si ha intenzione di farlo da soli senza l’aiuto di un agente immobiliare che ci guidi, non è cosa da poco.

Non parliamo poi del trasloco, che molti vedono come un vero e proprio incubo.

3.Le possibilità.

Quando sai che devi cercare una nuova sistemazione, cominci a guardarti intorno per capire cosa offre il mercato e farti un’idea. Così cerchi tra i vari annunci e ti apri un enorme ventaglio di possibilità.

Già solo il pensiero che stai cercando una nuova casa in cui sarai più felice ti fa stare bene.

Il problema è che molti continuano a restare in questa situazione di “ricerca” per mesi e mesi, non perché l’immobile giusto non sia capitato, ma perché (ovviamente) questa condizione spensierata è destinata a finire non appena si affronterà la realtà.

Ed ecco che non si decide perché è piacevole sapere di essere sempre nella situazione di poter scegliere.

4.Le abitudini.

Cambiare casa significa anche cambiare stile di vita… e il cambiamento spaventa! Le abitudini ci danno sicurezza, e doverle modificare può portarci anche ad attraversare dei periodi di stress.

Ma, dopotutto, come suggerisce lo scrittore Massimo Gramellini:

Se vuoi fare un passo in avanti, devi perdere l’equilibrio per un attimo.

Quindi, se anche tu sei bloccato in una situazione del genere, trova il coraggio per cambiare davvero, rompi l’equilibrio che ti sei costruito e spingiti alla ricerca di una soluzione che di sicuro migliorerà la tua condizione.

Forse non sei ancora riuscito a fare il grande passo perché non sei affiancato dalle persone giuste: scegli un agente immobiliare competente che sappia ascoltare le tue esigenze, rispondere ai tuoi dubbi, comprendere ciò di cui davvero hai bisogno e proporti solo soluzioni mirate.

Sicuramente la guida del giusto professionista sarà di grande aiuto per rendere concreto il tuo desiderio di casa.

Vuoi dei consigli su come individuare l’agenzia immobiliare adatta a te? Leggi anche il nostro articolo: “Cerchi l’agente immobiliare giusto? Scegli chi si prende davvero cura di te”.

Se vuoi un professionista in provincia di Pisa che ti rassicuri in un momento così importante, aiutandoti a trovare il coraggio e l’entusiasmo per cercare davvero una nuova casa, contatta l’Agenzia Immobiliare ARTECASA!

Saremo i tuoi alleati per realizzare il progetto che ti sta a cuore.