Archivio mensile Settembre 2019

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

5 mosse per realizzare un annuncio immobiliare “quasi” perfetto.

Un annuncio immobiliare ben strutturato è lo strumento indispensabile per far sì che gli acquirenti che cercano casa online si interessino al tuo immobile in vendita.

Scopri come crearlo nel modo giusto.

Ormai praticamente tutte le ricerche di coloro che desiderano trovare una nuova casa hanno come punto di partenza siti e portali immobiliari.

Una volta impostati i parametri basta cliccare invio per trovare una quantità indefinita di annunci.

Gli immobili sono davvero tanti, per cui l’utente seleziona (potremmo dire quasi istintivamente) quelli che a prima vista gli sembrano più interessanti.

Perciò se vuoi vendere in modo rapido la tua casa la prima cosa che devi fare è riuscire a realizzare un annuncio di qualità in grado di catturare l’attenzione, distinguerti dagli altri ed invogliare chi cerca un immobile da comprare a saperne di più e magari a venire a vedere di persona la tua abitazione.

Ecco quali sono le 5 cose da fare per preparare un annuncio interessante.

1.Prepara il set fotografico.

Perché la tua casa appaia al meglio nelle foto dell’annuncio, devi fare un bel lavoro di preparazione.

Comincia eliminando il superfluo, pulendo ogni stanza e mettendo in ordine.

Togli dalla vista tutti gli oggetti e i soprammobili che si sono accumulati nel tempo, fai spazio e abbellisci con qualche tocco di colore: anche una zona vissuta come la cucina deve essere impeccabile.

2.Occhio ai dettagli.

Prima di scattare le tue foto assicurati che ci siano:

  • la TV spenta,
  • le porte aperte (così da favorire il passaggio della luce e allo stesso tempo dare meglio l’idea degli spazi),
  • la tavoletta del wc abbassata e i saponi non in vista,
  • copriletti e copridivano stirati.

Sembrano sciocchezze, ma per avere un buon risultato anche i dettagli sono essenziali.

3.Più luce che puoi!

La luce è fondamentale per valorizzare e definire gli spazi.

Quindi per scattare le tue fotografie scegli le ore della giornata in cui l’illuminazione è migliore, apri le persiane e accendi tutte le luci, compresi eventuali led e faretti sul piano in cucina.

4.La giusta inquadratura.

L’ideale è fotografare almeno 3 pareti per dare profondità all’immagine, inquadrando in orizzontale e possibilmente con la finestra alle spalle, evitando così di fare foto in controluce.

È importante che nelle immagini non vengano immortalate anche persone o animali.

5.La descrizione dell’immobile.

Una volta che le foto sono pronte, passa alla descrizione.

Le immagini sono l’arma più potente per catturare l’attenzione, ma è necessario che queste siano corredate da un testo efficace.

Deve essere veritiero, breve, completo, chiaro, ma un testo come:

“Pisa – Appartamento al piano terra di piccolo condominio composto da: zona giorno open space con angolo cottura, disimpegno, camera matrimoniale, camerina e bagno con finestra. Libero da subito.”

… non è una vera descrizione, ma un elenco! Un annuncio immobiliare deve essere scritto come se stessimo accompagnando l’acquirente durante una visita attraverso le varie stanze.

Sarà utile arricchire con qualche dettaglio sulla zona per attrarre i clienti in target; ad esempio espressioni come: “in una zona tranquilla”,  “immerso nel verde”… attireranno chi cerca una casa in un luogo silenzioso, in cui godersi relax e pace. Viceversa “a due passi dal centro”, “vicino ai principali servizi”… richiameranno l’attenzione di chi vuole una sistemazione in città.

Infine non possono mancare i punti di forza della casa: “vista panoramica”, “recentemente ristrutturato con finiture di lusso”, “luminosa zona giorno open space” e così via.

Ma andiamo un attimo a chiarire il nostro titolo: perché abbiamo parlato di un annuncio immobiliare quasi perfetto?

La risposta è semplice: l’annuncio immobiliare perfetto non esiste. Esiste solo l’annuncio adatto all’immobile da vendere.

Ogni casa ha le sue caratteristiche e le proprie potenzialità. Non si può trovare una strategia pubblicitaria uguale e valida per tutte le case nello stesso modo.

Quelle fornite nel nostro articolo sono solo delle semplici basi che non possono mancare nella composizione di un buon annuncio, ma da qui a formulare una vera e propria strategia di marketing c’è molta strada da fare.

Questo un buon agente immobiliare lo sa.

Noi dell’Agenzia Immobiliare ARTECASA riserviamo ad ogni cliente un servizio personalizzato cucito su misura sull’immobile da mettere sul mercato, fornendo una qualità e una sicurezza nella gestione della vendita che di certo non può essere raggiunta in una compravendita condotta privatamente.

Contattaci per scoprire tutto ciò che possiamo fare per aiutarti a realizzare la vendita della tua casa a regola d’arte, anzi, a regola d’ARTECASA!

Ti aspettiamo!

 

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Il cambiamento è sempre un bel punto di partenza: la nuova sede di ARTECASA.

“Per la gestione della tua compravendita a regola d’ARTE… CASA” è da sempre quello che potremmo definire il nostro slogan.

Se pensiamo al significato della parola “arte” in senso lato, vediamo che indica l’insieme di tecniche e di conoscenze che hanno un’applicazione pratica in un ambito professionale, definizione che già di per sé identifica il lavoro dell’agente immobiliare come un’arte.

A noi dell’Agenzia ARTECASA piace pensare al nostro lavoro come un insieme di servizi che mirano ad aiutare il cliente nel raggiungere un obiettivo importante ed impegnativo quale è la compravendita di un immobile.

Ma non solo.

Realizzare i progetti dei nostri clienti non ci basta: per noi ha valore anche un secondo significato della parola “arte” che è quello legato all’idea di talento, bellezza ed emozione.

Quello che conta di più è il modo in cui si raggiunge un obiettivo, per questo ci teniamo a far sì che chi ci accorda la sua fiducia affidando alla nostra agenzia un incarico di vendita o chiedendoci di trovare la casa perfetta per le sue esigenze possa, un giorno, guardarsi indietro e ripensare a questa esperienza come qualcosa di bello, di positivo.

Vendere e comprare casa sono scelte importanti che segnano un cambiamento… E il cambiamento porta sempre qualcosa di buono.

Vogliamo che i nostri clienti possano gustare ogni passo della loro operazione immobiliare e sappiamo che questo è possibile solo se si è consapevoli di avere al proprio fianco dei professionisti qualificati in grado di consigliare ed infondere tranquillità.

A questo scopo lavoriamo offrendo un servizio a 360° basato sui valori cardine delle competenze professionali e puntiamo sempre all’eccellenza in tutto ciò che facciamo.

Per crescere, evolversi ancora e trovare rinnovate motivazioni non c’è niente di meglio che pianificare un nuovo progetto.

Il nostro lo abbiamo da poco realizzato: la nuova sede!

L’Agenzia ARTECASA ha inaugurato sabato 14 settembre i nuovi locali in via Tosco Romagnola 1188 a Cascina, orgogliosa di condividere questo nuovo inizio con parenti, amici, colleghi e clienti che sono intervenuti numerosi manifestando stima e affetto nei confronti di tutto il nostro staff.

La nuova agenzia è un luogo stimolante in cui lavorare e decisamente accogliente per i clienti.

Il titolare Andrea Puccioni, aiutato da tutto lo staff, ha allestito con spiccato gusto i nuovi uffici, lasciando emergere la propria personalità in ogni scelta relativa alla disposizione degli ambienti.

Ogni colore, ogni quadro, ogni singolo elemento d’arredo fa capire che per lui è l’attenzione ai dettagli a fare la differenza tra qualcosa di buono e qualcosa di grandioso.

Ed è questa la stessa filosofia che Andrea applica al suo lavoro di agente immobiliare.

Il risultato? Non può che essere un successo.

Lo staff dell’Agenzia ARTECASA

DiAgenzia Immobiliare Arte Casa

Mercato immobiliare: l’analisi delle tendenze 2019 secondo Nomisma.

Numero di transazioni, andamento dei prezzi, età degli acquirenti, tempi di vendita: ecco tutti i dati relativi al mercato del mattone degli ultimi mesi secondo l’Osservatorio Immobiliare 2019.

Il mercato immobiliare italiano è in crescita e l’Osservatorio Immobiliare 2019 di Nomisma lo conferma.

Il primo segnale di miglioramento del settore è l’incremento delle compravendite registrate, che nel 2018 sono state 691 mila.

La tendenza espansiva del mercato residenziale, che ormai è in atto dal 2014, si conferma anche nel primo trimestre 2019, con i comuni capoluogo del Nord-Est Italia a trainare la crescita.

Per gli italiani avere una casa di proprietà è da sempre il sogno più grande, ma un sogno che purtroppo per molti è dovuto restare chiuso nel cassetto negli anni della crisi economica che ha investito tutta l’Europa e che si è fatta sentire pesantemente anche nel nostro Paese.

Investire sui beni immobiliari offre un grande senso di stabilità, ed è il modo più sicuro sia per custodire sia per far fruttare i propri risparmi.

Oggi gli italiani quindi sono tornati ad avvicinarsi con maggior decisione alla casa come miglior investimento, acquistando soprattutto immobili residenziali in cui abitare.

La componente abitativa incide per l’84% del totale e lo scorso anno, su 572.732 abitazioni compravendute è stata chiesto il Bonus prima casa per 367.209 immobili, dato che conferma il trend secondo cui in Italia ben oltre la metà delle abitazioni viene acquistata per essere destinata ad abitazione principale.

A comprare un immobile residenziale sono principalmente soggetti nella fascia d’età compresa tra i 18 e 35 anni, che rappresentano il 29,4% del totale.

Questo è di certo un elemento interessante, che sottolinea una maggiore apertura al credito nei confronti dei giovani negli ultimi tempi: da un lato le banche hanno pensato ad alcune soluzioni per venire incontro ai giovani aspiranti mutuatari (come mutui flessibili, mutui al 100%, mutui che possono durare anche più di 30 anni, ecc.), dall’altro sono state ufficializzate alcune misure statali particolarmente vantaggiose, come il Fondo di garanzia per l’acquisto prima casa, da poco rifinanziato dal Decreto Crescita 2019. ⇒ Per sapere di cosa si tratta ti consigliamo di cliccare qui e di leggere il nostro articolo dedicato.

I tagli dimensionali preferiti dagli acquirenti? Le soluzioni di piccole dimensioni (con una superficie che non raggiunge gli 85 metri quadrati) sono quelle ad aver fatto registrare il maggiore dinamismo, perché ideali per un nuovo modello di famiglia legato alla mobilità professionale e al frazionamento dei nuclei.

L’aumento del numero di transazioni non è l’unico segnale di sviluppo: infatti ci sono anche altri importanti indicatori della ripresa immobiliare, quali la contrazione di tempi di vendita e la timida risalita dei valori degli immobili usati (+0,2% in media su base semestrale).

È la prima volta che vediamo il segno positivo davanti ai valori immobiliari negli ultimi anni: a partire dal 2007 i valori si sono mantenuti in territorio negativo, con il punto di massima intensità della flessione toccato nel 2013.

Da quella data si è assistito ad una contrazione progressiva dei tassi di variazione dei prezzi fino ad arrivare, appunto, al primo semestre 2019 quando la variazione semestrale è risultata essere positiva. Anche se debole, la risalita dei prezzi che si inizia ad intravedere è sintomo di una salute ritrovata per il settore.

Questo per adesso vale solo per il mercato residenziale, dal momento che si mantiene negativa la variazione dei prezzi di negozi (-0,3%) e uffici (-0,5%).

Pensi che sia arrivato anche per te il momento di comprare casa?

Il 2019 è l’anno giusto per approfittare dei prezzi (per ora) ancora convenienti e dei tassi sui mutui ai minimi storici.

Comincia subito a cercare l’occasione che fa al caso tuo e ricorda che affidarsi ad un professionista del settore è la scelta giusta per realizzare il tuo sogno in modo sicuro.

Contattaci! L’Agenzia Immobiliare ARTECASA sarà con te in ogni fase del tuo acquisto, dalla ricerca dell’abitazione giusta fino al rogito.

Ti aspettiamo!